blockmianotes

Tag: poesia

sestanti

Il padrone della festa Live – Fabi, Silvestri, Gazzè

poche, pochissime parole ultimamente, ma tanta musica questa in particolare e in fondo, di parole, tante comunque molto belle alzo le mani Nel mezzo c’è tutto il resto e tutto il resto è giorno dopo giorno e giorno dopo giorno è silenziosamente costruire e costruire è sapere e potere rinunciare alla perfezione [Costruire – Niccolò Fabi] Ma tu dormi ancora un po’ non svegliarti ancora no ho paura di sfiorarti e rovinare tutto no, tu dormi ancora un po’ ancora non so guardarti anch’io nel modo giusto nei tuoi occhi innocenti disarmanti devastanti quei tuoi occhi che ho davanti tienili chiusi ancora pochi istanti [Occhi da orientale – Daniele Silvestri] E tu sarai il pretesto per approfondire un piccolo problema personale di filosofia su come trarre giovamento dal non piacere agli altri come in fondo ci si aspetta che sia [Cara Valentina – Max Gazzè] L’amore se poi esiste è quest’idea di attaccamento che ha l’uomo del mio tempo per le tante storie viste non esiste fare i conti accontentarsi piano piano di una vita mano nella mano l’amore non esiste è un ingorgo della mente di domande mal riposte e di risposte non convinte vuoi tu prendere per sposo questa libera creatura finché Dio l’avrà deciso o solamente finché dura? Ma esistiamo io e te e la nostra ribellione alla statistica un abbraccio per proteggerci dal vento l’illusione di competere col tempo e non c’è letteratura che ci sappia raccontare i numeri da soli non riescono a spiegare l’amore non esiste, esistiamo io e te [L’amore non esiste – Fabi, Gazzè, Silvestri]

sestanti

parole belle

queste sono le mie due nuove parole preferite Amélie Nothomb La nostalgia felice Voland, collana amazzoni

Skip to content